E’ passata la prima settimana di ottobre e le nostre zone ancora non hanno ricevuto precipitazioni degne di nota (e che sarebbero abbastanza normali per questo mese). Le precipitazioni hanno “snobbato” il pinerolese anche nel rapido peggioramento temporalesco della passata notte e non sono intenzionate a cadere neanche nei prossimi 3 giorni.

Tuttavia il tempo non resterà bello e stabile da ora fino a giovedì: una perturbazione atlantica, modesta ed accompagnata da sostenute correnti in quota da W-SW poco favorevoli ai fenomeni nelle nostre zone, transiterà velocemente nel corso di mercoledì, portando per qualche ora almeno un po’ di nuvolosità ed un clima più uggioso in pianura. La cartina sottostante mostra la situazione barica a livello europeo prevista per mercoledì mattina:

Si nota la fascia quasi continua di anticicloni alle basse latitudini atlantiche e mediterranee, a cui si contrappone una fascia di aree depressionarie alle medie-alte latitudini atlantiche e sul centro-nord Europa. Tra queste due fasce scorrono intense correnti umide e miti dall’Atlantico verso gran parte dell’Europa, interessando parzialmente anche il nord Italia e seguendo una linea di traiettoria quasi perfettamente da W verso E.

La giornata odierna sarà interamente caratterizzata da cielo sereno o poco nuvoloso dappertutto, con temperature massime su valori miti e gradevoli ed intorno ai 20 °C in pianura (punte fino a 22-23 °C). Zero termico intorno ai 3000 metri.

La giornata di domani partirà con cielo generalmente poco nuvoloso, eccetto qualche nube bassa o banco di nebbia sparso in pianura in veloce dissolvimento nel corso della mattinata. Dopo un pomeriggio decisamente soleggiato ovunque, in serata aumenterà la nuvolosità in pianura per nubi basse, generate dal richiamo di deboli venti umidi da sud nei medio-basso strati a precedere l’arrivo della perturbazione dalla Francia. Le temperature minime caleranno vistosamente in pianura, con valori diffusamente al di sotto dei 10 °C e con punte anche sino a 4-5 °C (soprattutto nelle zone di aperta campagna lungo il Po); le massime saranno circa stazionarie intorno ai 20 °C.

La giornata di mercoledì sarà caratterizzata da cielo spesso nuvoloso o coperto, con qualche apertura in più in valle in mattinata, fino al pomeriggio. Tuttavia le precipitazioni risulteranno pressochè assenti, o al massimo ridotte a qualche pioviggine sparsa in un contesto uggioso; fenomeni più consistenti e diffusi solo sui rilievi al confine con la Francia, più esposti alle umide correnti in quota da W-SW, con quota neve non inferiore ai 3000 metri. Nel corso del pomeriggio transiterà la parte più attiva della perturbazione (in ogni caso senza effetti significativi nel pinerolese), seguita dalla rotazione delle correnti in quota da NW che porterà ad un generale miglioramento del tempo. Tra la sera e la notte su giovedì temporaneo rinforzo della ventilazione in valle, con raffiche di Foehn moderate/intense. Temperature minime in aumento, complice la maggiore nuvolosità, con valori in pianura intorno o poco superiori ai 10 °C; massime in lieve calo e diffusamente inferiori ai 20 °C, con qualche punta intorno a tale valore.

La giornata di giovedì vedrà il pronto ritorno a condizioni stabili e soleggiate, eccetto qualche nube bassa o nebbia sparsa in pianura in mattinata. Le temperature minime rimarranno attestate intorno ai 10 °C in pianura, con locali punte di poco inferiori; le massime risaliranno leggermente, riportandosi intorno o poco oltre i 20 °C.

La cartina sottostante evidenzia la pressochè totale assenza di precipitazioni sul pinerolese da ora fino a giovedì sera, mentre oltralpe esse scaricheranno diversi mm di pioggia (neve a quote elevate).