Mancano dieci giorni alla fine della stagione estiva secondo il calendario meteorologico, che come vi abbiamo già detto più volte vede iniziare l’autunno il 1° settembre. Ieri sera vi abbiamo anticipato quello che potrebbe essere il programma di questa ultima decade, con il weekend in arrivo che con buona probabilità vedrà l’ultima vera ondata di caldo.

Come per tutti i precedenti episodi di questo 2020 non sarà un caldo che passerà alla storia, dato che l’alta pressione sub tropicale non ha mai effettivamente fatto la voce grossa come in passato. Già a partire dal pomeriggio odierno le temperature subiranno comunque un ulteriore leggero aumento fino a superare la soglia del 30 gradi, per raggiungere poi l’apice nel pomeriggio di sabato.

In entrambi i frangenti avremo cielo soleggiato fino alle prime ore pomeridiane, salvo poi assistere alla classica cumulogenesi sui rilievi all’aumentare del calore e del tasso di umidità (che continuerà quindi a provocare un po’ di afa) con poche deboli precipitazioni solo sull’arco alpino. Domenica invece sarà una giornata di transizione che inizierà sempre all’insegna del tempo stabile e soleggiato ma che lascerà successivamente spazio a rovesci e temporali sparsi per colpa (o merito, a seconda di come vogliate vedere la situazione) di una vasta area di bassa pressione presente in Atlantico che inizierà a smantellare la campana altopressoria.

I temporali previsti quindi per domenica pomeriggio, localmente intensi, avranno genesi sempre sui rilievi per poi spostarsi gradualmente fin sulle pianure entro sera. Eventuali gite in montagna dovrebbero quindi garantire un rientro verso l’ora di pranzo. Questo sarà il preludio ad un lunedì altrettanto instabile con annesso calo termico, antipasto di quanto dovrebbe succedere il successivo fine settimana.

Come già anticipato, le temperature saliranno ancora di qualche grado tra oggi e domani, prima di stabilizzarsi nella giornata di domenica e scendere successivamente.

Buon weekend a tutti!