La giornata odierna è iniziata con qualche nube passa in più del previsto, strascico della seconda perturbazione di ottobre che è transitata tra il pomeriggio e la serata di ieri. Il miglioramento più netto delle condizioni meteorologiche lo avremo a partire da domani quando la profonda saccatura nord atlantica posizionata sulle Isole Britanniche, che ha convogliato sul nord Italia la disastrosa perturbazione di venerdì e quella più debole di ieri, tenderà ad indebolirsi e allontanarsi verso nord. Sarà però la successiva rotazione delle correnti dai quadranti nord occidentali, che si completerà entro mercoledì, a garantire schiarite più generalizzate accompagnate anche da un aumento della ventilazione in quota.

C’è da dire che in realtà in un primo momento nella giornata di martedì, come spesso accade, le correnti da nord ovest porteranno qualche precipitazione sui rilievi (quota neve oltre i 1800m) e forse qualche debole rovescio anche sulla fascia pedemontana. Successivamente l’aumento della ventilazione porterà qualche raffica di Foehn nelle vallate, garantendo un definitivo miglioramento. Le giornate di mercoledì e giovedì trascorreranno dunque in compagnia del sole.

Le temperature non subiranno particolari variazioni, tenderanno ad aumentare di qualche grado i valori massimi a sfiorare i 20 gradi a metà settimana, mentre le minime resteranno stabili intorno o poco sotto i 10 °C.

Buona settimana a tutti!