Continua ormai da inizio anno il periodo dalle caratteristiche prettamente invernali, escludendo la parentesi mite sulle pianure occidentali di metà settimana legata ad uno dei classici episodi di Fohen sul Piemonte. Anche la giornata odierna è stata caratterizzata da una forte ventilazione in quota dovuta ad una debole ondulazione depressionaria passata oltre alpino, tuttavia gli effetti sono rimasti limitati ai rilievi senza interessare la fascia di pianura.

La settimana entrante vedrà una nuova temporanea rimonta antiticlonica che almeno fino alla serata di martedì garantirà tempo stabile ma allo stesso tempo permetterà la formazione di nebbie e foschie nelle aree di aperta pianura, con temperature minime che continueranno a restare di alcuni gradi sotto lo zero.

Successivamente la nuvolosità inizierà ad aumentare per l’avvicinamento verso il Mediterrano di una vasta saccatura di origine nord atlantica, che andrà a convogliare flussi più umidi ed instabili dai quadranti sud occidentali verso il nord Italia.

La disposizione delle correnti in quota prettamente da sud ovest, e poi da sud scendendo via via verso il suolo, non risulterà ovviamente favorevole alle aree di pianura e relativi sbocchi vallivi occidentali, concentrando le precipitazioni sugli sparti acque del basso Piemonte, sulle aree settentrionali e più orientali della Regione.

Le prime precipitazioni inizieranno dal pomeriggio di mercoledì e riguarderanno pressochè esclusivamente le aree montuose, per poi espandersi in nottata e nella giornata di giovedì a tutta la Regione. Con i modelli oggi a disposizione lo scenario proposto sarebbe di fenomeni per lo più deboli su tutta la fascia occidentale tra pinerolese e cuneese, per poi andare ad intensificarsi spostandosi verso est con l’apice sul canale di risalita delle precipitazioni tra l’alessandrino e l’alto Piemonte.

Inoltre, l’aria fredda presente al suolo associata a quella in arrivo in seno alla perturbazione potrebbero portare le precipitazioni ad essere nevose anche a quote prossime alla pianura ma difficilmente con accumuli al suolo. La probabilità maggiore sarà quella di assistere ad un po’ di nevischio o a qualche nevicata umida e coreografica. Per questi dettagli serviranno comunque ancora altri aggiornamenti.

Buona settimana a tutti!