Dovremmo finalmente essere riusciti ad archiviare i peggioramenti dalle caratteristiche invernali, l’ultimo dei quali ha scaricato importanti accumuli di neve fino a quote basse nella scorsa giornata di venerdì. Tuttavia le condizioni meteorologiche continueranno ad essere restare spiccatamente instabili per i prossimi giorni, e forse anche oltre, alternando ampie schiarite a locali rovesci e temporali a causa del costante afflusso di correnti atlantiche.

Tra domani e martedì il definitivo allontanamento verso sud est della goccia fredda che causato il maltempo di giovedì e venerdì consentirà un momentaneo miglioramento del tempo, relativo soprattutto alle aree di pianura. Sui rilievi infatti le ore pomeridiane saranno ancora soggette alla formazione di diffusa nuvolosità cumuliforme che potrà dar luogo a locali rovesci, in particolare sulle montagne del cuneese.

A metà settimana però una nuova debole ondulazione del flusso atlantico interesserà il nord Italia, portando un rapido peggioramento del tempo con rovesci e temporali sparsi su tutta la regione già dalla mattinata, con accentuazione ed estensione dei fenomeni nelle ore pomeridiane. Già dalla serata le precipitazioni tenderanno ad esaurirsi, lasciando spazio ad un miglioramento generalizzato durante le ore notturne.


Gradualmente, ed oseremmo anche dire finalmente, le temperature saliranno verso valori più consoni al periodo, soprattutto nelle prossime 48 ore e poi nuovamente da giovedì. L’aumento sarà più marcato nei valori massimi che facilmente si attesteranno intorno ai 16/17 °C grazie alle ampie schiarite che caratterizzeranno i prossimi giorni, mentre prima dell’alba farà ancora discretamente fresco con le temperature minime che resteranno sotto i 10 °C. Ci sarà invece un temporaneo calo termico nella giornata di mercoledì, complice il peggioramento del tempo e le precipitazioni associate.

Buona settimana a tutti!