Dopo aver trascorso praticamente una intera settinama in ammollo senza vedere mai il sole, avremo ora la possibilità di asciugarci in tranquillità grazie ad alcuni giorni di sole e di correnti nord occidentali decisamente secche. La ventilazione a sostenuta tutte le quote, ben osservato con l’episodio di Foehn fino in pianura di ieri pomeriggio, sarà infatti una costante della settimana che sta iniziando, legato in un primo momento all’allontanamento dell’ultima perturbazione che ci ha interessato nei giorni passati e successivamente causato da un nuovo impulso atlantico atteso per la giornata di mercoledì.

Tra oggi e domani il cielo si manterrà per lo più sereno o poco nuvoloso, garantendo un aumento delle temperature massime che potranno superare facilmente i 20 °C. Farà invece più fresco al mattino con i valori minimi notturni che, complice l’aria più fredda affluita in nottata, potranno scendere intorno ai 5/7 °C soprattutto nelle aree di aperta pianura.

Come già accennato, mercoledì un nuovo fronte atlantico approccerà l’arco alpino, causando un aumento della nuvolosità sui rilievi di confine ed una nuova intensificazione della ventilazione. Nell’arco della giornata, in un contesto comunque poco nuvoloso, non sono da escludere rovesci in sconfinamento fino in pianura, conseguenza del temporaneo sfondamento della perturbazione oltre le Alpi. Resta ancora da verificare la possibilità di un nuovo episodio di Foehn fino in pianura, mentre sarà quasi certamente presente nelle vallate. Il successivo allontamento verso est della saccatura garantirà un rapido miglioramento del tempo per la giornata di giovedì. Le temperature si manterranno stabili nei valori massimi, con le minime in leggero aumento verso i 10/11 °C.

Buona settimana a tutti!