Dopo il rapido passaggio del fronte freddo di origine nord-atlantica nella giornata di mercoledì, una parziale e momentanea espansione dell’anticiclone subtropicale verso gran parte del Mediterraneo centro-occidentale sta favorendo una parentesi di tempo più stabile e soleggiato sul pinerolese, pur sempre con una certa ventilazione a tutte le quote dai quadranti occidentali che ogni tanto trasporta un po’ di nubi medio-alte.

Tuttavia, già nelle prossime ore le correnti instabili/perturbate atlantiche riusciranno gradualmente a ri-estendere la loro influenza verso sud, con l’approfondirsi di una nuova saccatura depressionaria tra la penisola iberica ed il vicino Atlantico che convoglierà umide correnti in quota da SW verso il nord Italia tra la giornata odierna e quella di domani. Tra stasera e stanotte è prevista transitare anche una veloce perturbazione dalla Francia, che avrà i suoi massimi effetti oltralpe e sui rilievi nostrani al confine ma con la possibilità di portare qualche locale e debole precipitazione anche sulle nostre zone in nottata. La cartina sottostante mostra la situazione barica a livello europeo prevista per la giornata di domani:

Si nota il flusso perturbato atlantico scorrere agevolmente su gran parte d’Europa, con la saccatura depressionaria centrata sul vicino Atlantico che richiama umide ed instabili correnti sud-occidentali in quota verso il nord Italia. L’anticiclone africano è costretto a limitare la sua influenza tra le sue zone di origine e una piccola parte del Mediterraneo, mentre quello delle Azzorre resta defilato in pieno oceano Atlantico.

Le correnti atlantiche tenderanno nuovamente a ritirarsi verso nord nella giornata di domenica lasciando parzialmente campo libero all’anticiclone africano di espandersi verso l’Italia, che interesserà essenzialmente le regioni centro-meridionali ma con una modesta influenza anche sulle nostre zone, dove il sole tornerà ad essere nettamente prevalente sulle nubi e le temperature si porteranno su valori piuttosto miti ed in linea col periodo.

La giornata odierna trascorrerà con cielo poco o parzialmente nuvoloso, con nubi in progressivo aumento in serata per l’approssimarsi della perturbazione atlantica dalla Francia. Le nubi saranno più compatte in alta valle, dove saranno possibili deboli o a tratti moderate precipitazioni, nevose oltre i 2300-2500 metri. Ventilazione moderata o a tratti intensa in alta valle, ma apprezzabile anche alle basse quote. Temperature massime poco superiori ai 20 °C in pianura.

Dopo il transito della parte più attiva della perturbazione nel corso della nottata, con precipitazioni moderate in alta valle (neve sopra i 2000-2200 metri) e possibili localmente anche altrove in rapido movimento da ovest verso est, la giornata di domani sarà caratterizzata dall’alternanza di spazi soleggiati e momenti con maggiore copertura nuvolosa. Miglioramento più deciso del tempo in serata, con ampie schiarite dappertutto. Ventilazione moderata/forte in media alta valle, debole/moderata in pianura soprattutto nel pomeriggio. Temperature minime poco superiori ai 10 °C in pianura, massime circa stazionarie di poco oltre i 20 °C.

La giornata di domenica vedrà la netta predominanza del sole sulle nubi, le quali risulteranno piuttosto scarse almeno fino al pomeriggio; nuvolosità un po’ più presente in serata, ma senza precipitazioni associate. Ventilazione ancora sostenuta in alta valle in mattinata, in attenuazione nel corso della giornata; altrove vento generalmente debole ma comunque apprezzabile. Temperature minime circa stazionarie e poco oltre i 10 °C in pianura; massime in lieve aumento, con punte fino a 25-26 °C.

Ben poche quindi le precipitazioni attese fino a domenica, concentrate essenzialmente in alta valle tra stasera e domattina ma con una rapida “bagnatina” non esclusa qua e là su tutto il pinerolese nella prossima notte: