In linea con l’inizio del trimestre estivo, stiamo assaporando il primo caldo estivo (moderato) della stagione, con molto sole e temperature che nella giornata odierna hanno sfiorato i 30 °C (come a Torino e prima cintura). Il merito è dato da un’espansione un po’ più decisa verso l’Italia da parte dell’anticiclone africano, che tuttavia risulterà modesta sul nord Italia ed inoltre di breve durata, in quanto già nella giornata di domani una debole saccatura depressionaria atlantica riuscirà ad interessare in parte le nostre zone sfruttando l’indebolimento dell’anticiclone. La cartina sottostante mostra la situazione barica a livello europeo prevista per la giornata di domani:

Si nota la fascia degli anticicloni subtropicali estesa dalle basse latitudini atlantiche (anticiclone delle Azzorre) al nord Africa (anticiclone africano), con l’alta pressione africana che riesce ad estendersi verso gran parte d’Italia. Una piccola area di bassa pressione, con aria un po’ più fresca ed instabile in quota di origine atlantica, riesce ad incunearsi sulla Francia con l’obiettivo di interessare anche il nord Italia, favorendo quindi un pronto ritiro dell’anticiclone verso sud. Una seconda area depressionaria, colma di aria fresca, è presente sull’Europa orientale.

La saccatura depressionaria, pur indebolita, si posizionerà proprio sulla verticale del nord Italia nella giornata di domenica, favorendo una nuova instabilizzazione del tempo nel pomeriggio-sera con l’attivazione di rovesci o temporali sparsi. Non si tratterà quindi di un peggioramento organizzato e non ci sarà chissà quale afflusso di aria fresca, con le temperature che semplicemente si limiteranno a non eccedere attestandosi su valori in linea con l’inizio di giugno (eccetto effimeri cali durante i fenomeni temporaleschi).

La giornata di domani vedrà un possibile rapido passaggio di nubi organizzate ad inizio mattinata, con la possibilità di modeste precipitazioni sparse, per poi rasserenare in tarda mattinata. Già intorno all’ora di pranzo aumenterà l’instabilità sui rilievi, con la formazione di alcuni rovesci o temporali sparsi in spostamento verso le zone di pianura per buona parte del pomeriggio; tuttavia la nuvolosità non sarà mai compatta e lascerà non poco spazio al sole. Altri rovesci o temporali possibili nelle zone di pianura in serata, in movimento da nord verso sud, mentre in media-alta valle saranno presenti ampie schiarite. Ventilazione generalmente debole o a tratti moderata per raffiche da E-NE in pianura. Temperature minime in pianura intorno o poco superiori ai 15 °C; massime in lieve calo e solo poco oltre i 25 °C.

La giornata di domenica sarà caratterizzata da cielo sereno o poco nuvoloso tra la mattina ed il primo pomeriggio, ma con nuvolosità cumuliforme in formazione sui rilievi a partire dall’ora di pranzo. Ulteriore aumento dell’instabilità nel corso del pomeriggio, con la formazione di nuovi rovesci o temporali sparsi un po’ dappertutto soprattutto tra il tardo pomeriggio e la serata, in movimento medio da nord verso sud. Non mancheranno tuttavia ampi spazi soleggiati. Ventilazione per lo piu’ debole, con locali moderati rinforzi da est in pianura. Temperature minime stazionarie od in lieve calo, con valori intorno ai 15 °C in pianura; massime circa stazionarie e poco superiori ai 25 °C.

Entro domenica sera, l’instabilità prevista in entrambi i giorni potrà permettere un discreto accumulo di precipitazioni soprattutto sui rilievi ed in misura minore in pianura. Accumuli comunque strettamente dipendenti dalla localizzazione dei temporali.