L’anticiclone subtropicale è entrato pienamente nel vivo nel weekend appena trascorso, con il suo apice raggiunto nella giornata di ieri dove le temperature massime hanno toccato picchi fino a 32-33°C sulla pianura piemontese (sfiorati addirittura i 36°C ad Alessandria città) e con zero termico oltre i 4.500 metri. Tuttavia, questa vasta area di alta pressione va gradualmente indebolendosi lungo il suo bordo orientale per gli effetti di un vortice ciclonico in quota presente sui Balcani, alimentato da aria più fredda di origine polare, che determinerà l’afflusso di aria un po’ più umida da Est lungo la Val Padana nelle prossime 24-36 ore. Tra oggi e domani ci sarà infatti un aumento della nuvolosità sui rilievi alpini e sulle aree pedemontane (con anche il ritorno di qualche acquazzone) e una lieve flessione delle temperature massime, ma con accentuazione delle condizioni di afa specie nelle aree urbane (complice l’aumento dell’umidità relativa nei bassi strati dell’atmosfera).

La giornata odierna è trascorsa anch’essa all’insegna del caldo e di poca nuvolosità sulle pianure, con locali addensamenti cumuliformi sui rilievi. Una leggera flessione delle temperature grazie alla ventilazione sopraggiunta da est ha portato massime in calo e comprese tra 28 e 31°C in pianura. Non sono da escludere in nottata rovesci e temporali sparsi anche sulla fascia pedemontana occidentali, che porteranno poi una residua nuvolosità nelle prime ore del mattino. A seguire schiarite a partire dalle pianure e qualche temporale pomeridiano sui rilievi tra il pinerolese ed il cuneese. Temperature massime stazionarie o in ulteriore lieve calo tra 27 e 31°C in pianura; minime notturne anche superiori ai 20°C sulle aree di pianura.

Le condizioni meteorologiche inizieranno poi a mutare tra mercoledì e il weekend, quando inizierà ad intensificarsi il flusso atlantico con le correnti in quota che torneranno così a disporsi tra Ovest e Sudovest: in questa fase, sembra possibile il ritorno di spiccata instabilità atmosferica su parte del Piemonte, con rovesci e temporali anche localmente forti (e a prevalente evoluzione diurna) in formazione dapprima sui rilievi montuosi ed in successiva estensione alle aree pianeggianti, specie occidentali e settentrionali. Seguiranno comunque nuovi aggiornamenti al riguardo. Temperature che comunque si manterranno sempre piuttosto elevate almeno fino a sabato e generalmente comprese tra 27 e 32°C in pianura.

Buona settimana a tutti!

Articolo a cura di Andrea Vuolo – https://www.facebook.com/andreavuolometeoinpiemonte