Stiamo entrando nel vivo del primo peggioramento di stampo autunnale della stagione, con rovesci e temporali pre-frontali che già da diverse ore stanno flagellando le vallate interne della provincia di Savona (accumuli da piena alluvione!): la causa è da ricercarsi nel continuo flusso di correnti umide da S-SW, che si arricchiscono ulteriormente di umidità dalle (troppo) calde acque del mar Ligure ed impattano sui rilievi al confine tra Liguria e Piemonte. La perturbazione vera e propria è prevista transitare sulle nostre zone tra il pomeriggio e la serata odierna, con precipitazioni diffuse e a tratti intense che colpiranno pesantemente l’alto Piemonte ed ancora la Liguria; gli accumuli sul pinerolese non dovrebbero essere così consistenti, ma comunque degni di nota e capaci di mettere una pezza alla condizione di siccità esistente. La cartina sottostante mostra la situazione barica a livello europeo prevista per la serata odierna:

Si nota la saccatura depressionaria atlantica tra la Francia ed il centro-nord Italia, che richiama correnti molto umide dai quadranti meridionali ed è alimentata da aria più fredda di origine nord-atlantica. Tra il sud Italia ed i Balcani è presente un promontorio anticiclonico nord africano (in via di smantellamento), mentre sul vicino atlantico staziona l’anticiclone delle Azzorre (che nei prossimi giorni si estenderà fino all’Europa occidentale).

Ulteriori precipitazioni saranno possibili fino ad inizio nottata, per poi assistere ad un parziale e temporaneo miglioramento nella prima parte della giornata di domani. Tuttavia, nel corso del pomeriggio transiterà una seconda ma modesta perturbazione atlantica dalla Francia, che non dovrebbe portare altro se non della nuvolosità compatta e qualche goccia di pioggia qua e là. Al suo passaggio, ovvero nella serata di domani, la rotazione delle correnti in quota da NW e poi da N favorirà un netto e definitivo miglioramento del tempo, con ampie schiarite che caratterizzeranno le giornate di mercoledì e giovedì seppur con temperature piuttosto frizzanti la notte e la mattina presto.

La giornata odierna vedrà un progressivo peggioramento del tempo nel pomeriggio, con le prime deboli precipitazioni in risalita dal mar Ligure dalle 15-16 e nuclei piovosi più intensi a partire dalle 17-18 fino almeno ad inizio serata. Non esclusi fenomeni temporaleschi con qualche colpo di tuono. I fenomeni potranno persistere fino intorno alla mezzanotte soprattutto spostandosi verso la zona di Torino ed il canavese, seppur intervallati da pause asciutte. Cielo comunque nuvoloso o coperto fino a sera, con qualche schiarita però possibile in tarda serata in alta valle e verso il saluzzese ed il cuneese. Ventilazione in quota sostenuta dai quadranti meridionali, moderata da est nei bassi strati. Temperature massime intorno o poco superiori ai 15 °C in pianura.

La giornata di domani sarà caratterizzata in mattinata da cielo generalmente nuvoloso in pianura ed in media-bassa valle per la presenza di nubi basse e forse qualche banco di nebbia, mentre in alta valle saranno presenti schiarite anche ampie. Temporanea parziale apertura del cielo ovunque intorno alle 12, ma già nel primo pomeriggio la nuvolosità tornerà ad aumentare a partire dai rilievi per l’arrivo della seconda perturbazione dalla Francia, con nubi nuovamente compatte dappertutto fino ad inizio serata e qualche debole precipitazione sparsa. Netto miglioramento del tempo in serata, con ampie schiarite ad eccezione di nubi basse e/o banchi di nebbia in pianura. Ventilazione generalmente debole in pianura ed in bassa valle, mentre in media-alta valle si attiveranno delle raffiche di Foehn di moderata intensità, soprattutto in serata. Temperature minime intorno o poco inferiori ai 15 °C in pianura; massime in lieve aumento intorno ai 20 °C.

Le giornate di mercoledì e giovedì trascorreranno con cielo per lo più sereno o poco nuvoloso, ad eccezione di nubi basse in pianura mercoledì mattina e di qualche nube medio-alta a tratti. Ventilazione moderata o forte settentrionale in alta quota, con raffiche moderate/intense di Foehn in media-alta valle nella giornata di mercoledì; ventilazione debole altrove. Temperature minime in calo soprattutto giovedì, quando scenderanno ben sotto i 10 °C in pianura con punte vicine ai 5 °C nelle zone di aperta campagna lungo il Po; massime circa stazionarie, intorno o poco inferiori ai 20 °C in pianura.