Continua il nuovo (ed ennesimo) lungo periodo secco, con la grande scarsità di precipitazioni che sta caratterizzando ormai più di metà di questa stagione autunnale quando invece si dovrebbe assistere a frequenti passaggi perturbati. L’anticiclone, pur con alti e bassi, è rimasto e rimane ben saldo sulle sue posizioni tra il vicino Atlantico e l’Europa occidentale, non permettendo se non molto raramente alle perturbazioni atlantiche di entrare agevolmente verso il Mediterraneo centro-occidentale; ha invece favorito l’afflusso a tratti di aria fredda da E-NE, che però di norma non porta a peggioramenti importanti sulle nostre zone se non temporanee coperture nuvolose e qualche goccia di pioggia qua e là. Proprio in concomitanza col weekend vi sarà un nuovo flusso (meglio però chiamarla infiltrazione) di correnti più fredde dai quadranti orientali alle medie-basse quote in Valpadana, soprattutto nella giornata di domenica quando la nuvolosità si farà compatta in pianura ed in media-bassa valle anche nelle ore pomeridiane. La cartina sottostante mostra la situazione barica a livello europeo prevista per la notte su domenica:

Si nota l’alta pressione posizionata alle medie-basse latitudini atlantiche, con una lingua protesa fino alla Germania passando per Spagna e Francia. Sui mari italiani è presente una blanda area depressionaria che convoglia aria più fredda da E-NE in Valpadana, mentre le correnti perturbate atlantiche scorrono tra Gran Bretagna e Scandinavia.

La giornata di domani sarà caratterizzata da cielo generalmente sereno o poco nuvoloso in alta valle fino a sera, mentre nubi basse e/o banchi di nebbia saranno presenti in mattinata nelle zone di pianura, con la copertura nuvolosa medio-bassa che si estenderà in media-bassa valle nelle ore centrali della giornata ma che potrebbe lasciare spazio a qualche occhiata di sole in pianura. Generale rasserenamento entro sera. Ventilazione debole o assente. Temperature minime intorno ai 5 °C in pianura, con punte inferiori nelle zone di aperta campagna lungo il Po; valori leggermente piu’ alti nelle zone pedemontane e di bassa valle, per poi raggiungere gli 0 °C intorno ai 1500 metri. Temperature massime intorno o poco superiori ai 15 °C in pianura.

La giornata di domenica sarà simile a quella di domani, a differenza di una possibile maggiore e piu’ insistente copertura nuvolosa in pianura ed in media-bassa valle nel pomeriggio. Cielo sereno o poco nuvoloso in alta valle per l’intera giornata e dappertutto in serata. Ventilazione debole dai quadranti orientali in pianura. Temperature minime circa stazionarie o in lieve aumento, con valori intorno ai 5 °C in pianura; massime stazionarie e sempre intorno o poco oltre i 15 °C.

La totale mancanza di precipitazioni nell’intero weekend è ben evidenziata nella cartina seguente, mostrante gli accumuli previsti da ora fino a domenica sera sul pinerolese: