Dopo l’intenso maltempo di inizio settimana, il tempo è tornato stabile grazie al ritorno dell’alta pressione, che in queste ore sta raggiungendo la sua massima forza sopra l’Italia portando molto sole e relativa mitezza in quota e nubi basse / nebbie e freddo stagnante in pianura. La cartina sottostante mostra la situazione barica a livello europeo prevista per la giornata odierna:

Si nota il promontorio anticiclonico sub-tropicale centrato tra la Tunisia e l’Italia, allungato verso l’Europa centrale e poi verso il sud della Gran Bretagna ed il medio Atlantico, dove si unisce all’anticiclone delle Azzorre ben defilato ad ovest. Tra la penisola iberica ed il vicino Atlantico è presente una doppia area depressionaria, che per il momento resta stazionaria in loco ma con la prospettiva di avvicinarsi all’Italia all’inizio della prossima settimana. Le correnti perturbate atlantiche scorrono a latitudini più settentrionali.

L’anticiclone sull’Italia tenderà rapidamente ad indebolirsi nella giornata di domani fino a dissolversi del tutto, per effetto dell’aggancio tra la circolazione di bassa pressione sulla penisola iberica ed una saccatura depressionaria nord-atlantica in discesa sull’Europa occidentale. Il risultato sarà la formazione di una blanda (per il momento) area depressionaria sul Mediterraneo occidentale che richiamerà venti umidi dai quadranti meridionali verso le nostre zone; pertanto il tempo tenderà nuovamente a peggiorare dal pomeriggio con le prime deboli precipitazioni sparse, preludio ad un peggioramento piu’ intenso nei giorni successivi.

La giornata odierna trascorrerà con cielo sereno o poco nuvoloso in media-alta valle, mentre in bassa valle ed in pianura persisteranno nebbie e/o nubi basse, che potrebbero però temporaneamente dissolversi almeno in parte nel primo pomeriggio per poi tornare diffuse entro sera. Ventilazione debole o assente e ristagno di inquinanti in città. Temperature relativamente miti in montagna, con massime poco superiori ai 10 °C a 1000 metri e poco superiori ai 5 °C a 2000 metri; un po’ di freddo stagnante in pianura, con valori massimi intorno o poco oltre i 10 °C (quindi paragonabili a quelli attesi a 1000 metri).

La giornata di domani partirà sulla falsariga di quella odierna, con cielo sereno o poco nuvoloso in media-alta valle e nebbie e/o nubi basse in bassa valle ed in pianura in mattinata. Nel corso del pomeriggio progressivo aumento della nuvolosità per l’arrivo di una prima debole perturbazione dal sud della Francia, con cielo nuvoloso o coperto dappertutto entro sera e prime deboli precipitazioni sparse in serata. Ventilazione per lo piu’ debole. Temperature minime intorno ai 5 °C in pianura ed intorno agli 0 °C a 1500 metri; massime in pianura poco oltre i 5 °C (escursione termica diurna molto ridotta) e zero termico intorno ai 2500 metri nelle ore centrali della giornata.