Basterebbe il titolo senza ulteriori dettagli per avere una previsione comunque adeguatamente esaustiva per la settimana in arrivo. Ci sono però un paio di annotazioni da fare che riguardano la ventilazione prevista in settimana. Nonostante infatti un vasto campo anticiclonico presente sul centro Europa, avremo un paio di situazioni in cui le correnti andranno a disporsi nuovamente dai quadranti occidentali e causeranno un rinforzo della ventilazione con il ritorno, a tratti, del Foehn.

Il primo è in corso da questo pomeriggio, in seguito al transito di un debole cavo d’onda sulle Alpi che non porterà precipitazioni neanche in quota ma solo una temporanea intensificazione dei venti sui rilievi e nelle vallate. Difficile, ma non impossibile, che qualche raffica riesca a spingersi fino agli sbocchi vallivi e sulla prima fascia di pianura adiacente. Il tutto si esurirà comunque entro la mattinata di domani.

Il secondo momento è invece atteso dalla serata di giovedì, quando una intensa saccatura polare è vista scendere dalla Penisola Scandinava verso il nord Italia (più verso il nord est). Impattando contro le Alpi causerà un nuovo intenso aumento della ventilazione, che questa volta dovrebbe portare il Foehn diffusamente anche sulle aree di pianura.

Il tutto avverrà in un contesto sempre soleggiato per tutta la settimana, con temperature miti durante il giorno (specie in quota) e con un po’ di freddo al mattino, soprattutto nelle aree di aperta campagna dove sono ancora attese estese gelate.

Buona settimana a tutti!