Dopo più di due mesi di totale assenza di precipitazioni sembra finalmente giunto il momento in cui pioggia e neve torneranno ad interessare il Piemonte occidentale. Non sarà un peggioramento particolarmente incisivo, che non servirà dunque a mitigare l’emergenza siccità ormai critica sulla regione. Non sembra neanche che possa essere un evento di sblocco per il futuro visto che, salvo una seconda perturbazione attesa per lunedì, pare probabile un nuovo rinforzo dell’alta pressione. Però intanto è un punto da cui ripartire.

Stiamo infatti parlando di un debole fronte perturbato atlantico che tra la serata odierna e la mattinata di domani transiterà sul nord Italia e causerà il ritorno di qualche pioggia in pianura grazie ad una intensificazione delle correnti orientali e nevicate oltre 800/900m.

Nella giornata odierna la nuvolosità irregolare attesa in mattinata andrà via via a dissolversi nel pomeriggio, lasciando spazio ad ampie schiarite sui rilievi e sulla fascia pedemontana. In nottata però, con il rientro di correnti più umide da est, nuovi addensamenti nuvolosi interesseranno in particolare la fascia occidentale dal cuneese fino all’alto Piemonte, con locali piogge e pioviggini. Dal pomeriggio poi le condizioni meteorologiche torneranno gradualmente a migliorare. La successiva giornata di domenica sarà poi all’insegna del tempo stabile, con poche nubi per lo più alte e transitorie che a tratti veleranno il cielo. Nuovo aumento della nuvolosità in serata.

Le temperature subiranno un calo generalizzato a tutte le quote nei valori massimi nel corso del fine settimana, complice la presenza ripetuta di copertura nuvolosa e l’afflusso di aria più fredda dai quadranti orientali.

Buona settimana a tutti!