Il peggioramento di San Valentino è stato solo una “goccia del mare”, un episodio isolato in mezzo al solito monologo fatto di continue rimonte anticicloniche, secco pressochè totale e freddo molto latitante e concentrato maggiormente in pianura grazie alle inversioni termiche. Dove non c’è l’anticiclone piazzato proprio sopra le nostre teste, esso in ogni caso resta presente appena ad ovest dell’Italia, negando un ingresso franco delle perturbazioni nel Mediterraneo centro-occidentale; le poche perturbazioni che riescono ad impattare sulle Alpi occidentali hanno una traiettoria (da W-NW verso E-SE) che penalizza totalmente le nostre zone e attiva talvolta raffiche di vento (molto secche) di Foehn.

Ed è proprio quello che succederà nella giornata odierna, quando un fronte freddo di origine nord-atlantica riuscirà a valicare le Alpi occidentali da NW portando una breve fase di maltempo soprattutto al centro-sud Italia. Sul pinerolese invece si limiterà a portare qualche nube alta e sottile, ma soprattutto sarà responsabile di un importante evento di Foehn sia in valle che in pianura nel pomeriggio-sera (in media-alta valle prime raffiche già in atto). La cartina sottostante evidenzia le raffiche moderate/intense di Foehn previste nel primo pomeriggio, con punte intorno ai 100 km/h in media-alta valle e fino a 70-80 km/h in bassa valle ed in pianura:

Le raffiche resteranno moderate/forti in media-alta valle per l’intera giornata, mentre altrove si indeboliranno leggermente tra il tardo pomeriggio e la serata con punte non superiori ai 50 km/h. Come già accennato, il cielo resterà per lo piu’ sereno o poco nuvoloso, ad eccezione delle zone al confine con la Francia dove la nuvolosità si presenterà spesso compatta ed accompagnata da qualche debole precipitazione nevosa sparsa. Le temperature massime sono previste poco oltre i 10 °C in pianura ed in bassa valle (punte vicine ai 15 °C), con lo zero termico posto sui 1300-1500 metri.

La giornata di domani vedrà il pronto ritorno dell’anticiclone da ovest ed il concomitante allontanamento della perturbazione verso E-SE, con la persistenza di una ventilazione da N-NW via via piu’ mite (e debole) che porterà un clima piu’ primaverile che invernale a tutte le quote. La cartina seguente mostra la situazione barica a livello europeo prevista per il pomeriggio di domani:

Si nota la circolazione depressionaria tra il centro-sud Italia ed i Balcani che ha accompagnato il passaggio della perturbazione nella giornata precedente, con aria fredda che ancora affluisce sull’Italia ma anche la mitezza pronta ad intervenire da ovest, mediante l’espansione della fascia di alte pressioni situata tra il basso Atlantico e l’Europa occidentale. Il flusso perturbato atlantico principale scorre (come sempre) a latitudini piu’ settentrionali, mentre il freddo intenso resta arroccato sull’estremo nord-est europeo.

Il cielo sarà sereno o poco nuvoloso dappertutto dal mattino alla sera e senza il fastidio delle nebbie, con ventilazione ancora moderata/forte in media-alta valle soprattutto in mattinata ed in indebolimento solo in tarda serata. Temperature minime intorno o poco superiori agli 0 °C in pianura, ad eccezione delle zone ancora interessate dal Foehn dove si farà fatica a scendere sotto i 10 °C (così come in bassa valle); massime in aumento, con valori intorno o poco superiori ai 15 °C in pianura e zero termico sui 3000 metri.

La giornata di mercoledì sarà simile a quella precedente, con la differenza della completa cessazione del Foehn in montagna e di una leggera variazione delle temperature: le minime in pianura resteranno circa stazionarie (in calo dove era presente il Foehn la mattina prima), mentre le massime dovrebbero calare lievemente attestandosi intorno ai 15 °C; zero termico in ulteriore lieve aumento, oltre i 3000 metri nelle ore centrali del giorno, a causa di un ulteriore rafforzamento dell’anticiclone. Sarà stabile e soleggiata anche la giornata di giovedì, caratterizzata sempre da correnti nord occidentali in quota che garantiranno bel tempo salvo il possibile passaggio di velature estese. Temperature stabili o in leggero calo nei valori massimi.

Buon settimana a tutti!