Mentre continua “l’effetto miraggio” dei modelli previsionali che tendono a spostare sempre in avanti di qualche giorno la comparsa di condizioni favorevoli al ritorno delle precipitazioni sul Piemonte (adesso il target è tra il prossimo weekend e l’inizio della settimana successiva), noi ci apprestiamo a vivere ancora altri giorni secchi e soleggiati.

Ci sarà solo una piccola differenza rispetto all’ultimo periodo, già avvertibile nelle ultime due mattinate che hanno registrato un sensibile calo termico legato all’afflusso di aria più fredda dai quadranti orientali. Il nord ovest italiano è infatti pinzato tra una campana anticiclonica atlantica posizionata tra la Francia e la Penisola Iberica ed una vasta area di bassa pressione balcanica, che continua ad inviare diversi nuclei gelidi verso le coste adriatiche. Questi impulsi perturbati non andranno ovviamente ad interessare direttamente il Piemonte, tuttavia la ventilazione da est porterà un modesto calo termico e, soprattutto tra domani e martedì mattina, qualche raffica di vento fino sulla pedemontana pinerolese ed un temporaneo aumento della copertura nuvolosa.

Questi deboli effetti si esauriranno già entro la tarda mattinata di martedì, quando l’indebolimento delle correnti orientali lascerà spazio ad ampie schiarite a partire da ovest che riporteranno cielo sereno per il resto della settimana.

Come già accennato le temperature subiranno una lieve flessione, iniziata già dalla giornata di sabato. In particolare saranno i valori minimi a risentirne con il ritorno di temperature sotto lo zero (-1/-2 °C in pianura) almeno fino a mercoledì. I valori massimi diurni resteranno invece stabili rispetto a quanto visto questo fine settimana, salvo nella giornata di martedì quando la nuvolosità residua ed il successivo passaggio di velature potrebbero mantenere le temperature massime al di sotto dei 10 °C in pianura. Più freddo sui rilievi con lo zero termico che scenderà a sfiorare i 1000m per tutta la settimana.

Buona settimana a tutti!