Seppur in un periodo altamente siccitoso e con forte necessità di acqua è indubbio sottolineare come le festività pasquali passate in compagnia di cielo sereno e tanto sole siano state decisamente piacevoli. Fortunatamente però le condizioni meteorologiche cambieranno da metà settimana, dopo che ancora per la giornata di domani il tempo si manterrà stabile e soleggiato per una temporanea rimonta anticiclonica.

Da mercoledì però inizierà una fase perturbata legata ad un minimo di bassa pressione che dall’Atlantico si sposterà verso il Mediterraneo, isolandosi a sud della Penisola Iberica. Le correnti meridionali porteranno sul Piemonte un flusso carico di umidità che riporterà piogge in pianura e nelle vallate, con nevicate inizialmente oltre i 1500m.

Le precipitazioni inizieranno già dalla mattinata a partire dal basso Piemonte, per poi intensificarsi ed estendersi a tutta la regione con la fase più intensa attesa per giovedì quando i fenomeni saranno a tratti moderati sulla fascia occidentale e sul cuneese. Inoltre il minimo di bassa pressione che traslerà gradualmente verso est, interagirà con una vasta area depressionaria presente in pieno Atlantico, richiamando aria più fredda che porterà un calo della quota neve verso i 1000m e con la concreta possibilità di condizionare anche il tempo di venerdì e soprattutto del weekend (ci ritorneremo).

Gli accumuli di pioggia attesi entro le 14 di venerdì, quando dovrebbe esserci una temporanea tregua dalle precipitazioni, non basteranno a colmare il deficit idrico in corso ma saranno finalmente imporanti ed adeguatamente diffusi. Tra pinerolese e cuneese la cartina mostra possibili accumuli tra i 40-50mm per le nostre zone e punte di 80-100mm sul basso cuneese.

Le temperature caleranno decisamente, con valori massimi che in pianura potrebbero faticare a superare i 10/11 °C salvo poi alzarsi temporaneamente venerdì quando nel pomeriggio dovrebbero verificarsi locali schiarite. Brusco calo anche dello zero termico fino ai 1500m.

Buona settimana a tutti!