L’imporante sfuriata di Bora iniziata nella serata di ieri e conclusasi in nottata, che ha causato un importante calo termico e forti temporali su buona parte del Piemonte, è stata causa da una vasta area di bassa pressione posizionata sul nord dell’Europa. Nei primi giorni della prossima settimana subiremo ancora blandi effetti del suo stazionamento sulla Penisola Scandinava, con locali rovesci a ridosso dei rilievi nelle ore pomeridiane.

Le condizioni meteorologiche nel complesso miglioreranno nettamente già da domani grazie alla graduale attenuazione delle correnti nord orientali che ancora oggi hanno sospinto nuvolosità ed umidità sulle pianure occidentali. Assisteremo quindi ad ampie schiarite fino ad avere cielo poco nuvoloso ma nelle ore pomeridiane, sia domani che martedì, persisterà una leggera instabilità che si tramuterà, come spesso accade, in una attività convettiva sui rilievi con nuvolosità cumuliforme e locali ed isolati rovesci.

Da mercoledì poi una nuova rimonta anticiclonica di matrice sub tropicale riporterà condizioni nettamente più stabili, soleggiate e con l’ennesimo aumento termico verso la soglia dei 30 °C. Le condizioni si manterranno stabili e soleggiate anche per la giornata di giovedì.

Come accennato, le temperature saliranno a tutte le quote grazie alle termiche associate all’alta pressione attesa sul centro Europa. Mentre in pianura torneremo a salire verso i 30 gradi, in montagna lo zero termico schizzerà verso i 4000m concedendo così temperature massime prossime ai 20 °C intorno ai 2000m. Resteranno freschi i valori minimi notturni che in pianura non dovrebbero superare i 18/19 °C.

Buona settimana a tutti!